“Nobody is normal” il nuovo corto che mostra la “normalità”

Poco più di un minuto sulle note di Creep dei Radiohead, “I wish I was special, but I’m a creep”.

È il nuovo corto creato dalla regista britannica Catherine Prowse per il servizio di consulenza per giovani e giovanissimi Childline.

In brevissimo tempo e con assoluta semplicità Nobody is Normal racconta un concetto di normalità apparente attraverso la storia di un ragazzino alle prese con il disagio di sentirsi diverso.

Ma presto la maschera cade portando allo scoperto la vera identità del protagonista e di tutti gli altri.

Rapido e senza parole, ma carico di un forte significato: da vicino nessuno è normale. E va bene.

 

@Noemi Spasari, 2020

Published by

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...