Il Cavaliere Inesistente

Nella classifica dei libri da leggere almeno una volta nella vita rientra sicuramente la trilogia araldica “I nostri antenati” di Italo Calvino.

Questa volta è toccato a Il Cavaliere Inesistente.

Ambientata ai tempi di Carlomagno, il romanzo è un’intesa riflessione su alcuni aspetti della realtà ancora contemporanea: la mancanza di identità, l’assenza di certezze e di punti di riferimento. Aspetti che ogni giorno diventano sempre più urgenti e comuni.

E così che Il Cavaliere Inesistente ci appare come il simbolo dell’uomo moderno, tanto in crisi da sembrare privo di identità e così quasi inesistente.

E così che l’uomo di oggi apparte come la bianca armatura di Agilulfo, vuoto.

Costante è anche la ricerca e la coscienza di sé.

Lo avessi letto bene ai tempi in cui avrei dovuto (le letture obbligatorie del liceo) probabilmente non lo avrei compreso.

Published by

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...