Il mio progetto:

cos’è “What’s Happening?”

Da tempo giro intorno al desiderio di avere uno spazio mio in cui poter parlare delle mie passioni come teatro, arte, libri e nerdate varie, condividendo idee e teorie complottistiche.
Il problema che si è sempre posto però è uno: sono una fifona. Brava con le parole, meno con la pratica, più o meno come a scuola, gli scritti erano un disastro e recuperavo con l’orale.
Incoraggiata da chi mi sta intorno e dal mio fiammante tesserino da giornalista mi son decisa ad immergermi in questa nuova avventura!
Facciamo però un passo indietro… Ciao a tutti (chiunque voi siate!) mi chiamo Noemi, l’età non ve la dirò, sono una giornalista, ma soprattutto sono una studiosa e amante di teatro e arte, ex dipendente da serie tv (anche se non si smette mai di esserlo davvero), cresciuta con libri e favole, tanti film e amore per le cose belle.Vengo da una famiglia in cui sin da piccoli siamo cresciuti nello studio del nonno pieno di libri e di magia, con le fiabe sonore sempre nel giradischi e racconti con filosofia nascosta nella trama.
In questo “spazio amico” vorrei parlarvi di quello che ho studiato, amato e odiato, insieme a qualche teoria e novità.

Chi è Noemi?

Mi presento meglio, sono Noemi, sono una giornalista pubblicista, amante del teatro e dell’arte.

Sono laureata triennale in Discipline dello spettacolo e della comunicazione all’Università di Pisa, con specializzazione in storia del teatro; alla Magistrale, sempre a Pisa, invece ho seguito il corso di laurea di Storia e forme delle arti visive, dello spettacolo e dei nuovi media, specializzandomi in drammaturgia con una tesi su Emma Dante.
Terminati gli studi universitari ho avuto differenti esperienze in uffici stampa e ho iniziato il percorso per diventare giornalista collaborando con diverse testate.

Ho seguito un Master a Milano in Ufficio stampa, marketing (etc) per la cultura.
A breve (e con molta gioia) inizierò un Master in Critica Giornalistica presso l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio d’Amico”.

Ma non sono i titoli a fare una persona. La realtà è che sono curiosa, entusiata e sempre alla ricerca di nuove esperienze culturali; il teatro per me è il primo amore che non si scorda mai, ma sono appassionata di arte (contemporanea in particolar modo), serie tv, cinema, musica e fumetti, e mi diverto a scrivere sulle note di qualche canzone degli anni ’80.