“Cosa farai da grande?” il nuovo progetto educational del Teatro San Carlo di Napoli

Il Teatro di San Carlo di Napoli un nuovo progetto educational al suo calendario, “Cosa farai da grande?” indicato per bambini dai 6 ai 13 anni: con questo progetto, apre virtualmente le porte del suo Museo a tutti i bambini con un viaggio nelle arti e nei mestieri del Teatro.

La mostra Fiabe al Museo diventerà il set di sette incontri molto speciali con maestranze e artisti del Teatro, che ci guideranno in un divertente percorso tra i segreti del proprio lavoro. È un viaggio tra i mestieri del Teatro ma anche un viaggio alla scoperta delle proprie passioni e inclinazioni, alla ricerca dell’artista nascosto in ognuno dei partecipanti.

Sette appuntamenti a partire dal 10 gennaio:

10 gennaio 2021: Bozzetti. Disegna l’abito del tuo personaggio delle fiabe preferito…la nostra Direttrice della Sartoria ti mostrerà come!
17 gennaio 2021: Canto. Esegui per noi una canzone seguendo i suggerimenti del Direttore del Coro di Voci Bianche del Teatro San Carlo!
24 gennaio 2021: Strumento Musicale. Divertiti a registrare un breve brano eseguito con il tuo strumento musicale preferito o con uno di tua invenzione (hai mai pensato ai coperchi delle pentole?)…lasciati ispirarare dalla performance di uno dei nostri Professori D’Orchestra!
31 gennaio 2021: Danza. Esibisciti in una breve performance di danza…potrai ispirarti ai passi di uno dei ballerini del San Carlo!
7 febbraio 2021: Costumi. Il Carnevale si avvicina! Una delle nostre sarte ti mostrerà come confezionare un costume o un accessorio…divertiti a confezionare il tuo!
14 febbraio 2021: Trucco. Nessun costume è perfetto senza il giusto trucco! Segui il tutorial delle nostre truccatrici e trasformarti in uno dei tuoi personaggi preferiti sara un gioco da ragazzi!
21 febbraio 2021: Storia del Teatro. E alla fine un po’ di storia di questo magico Teatro.

Restituito all’Arcidiocesi di Lucca un’opera di Giovanni Domenico Ferrucci

È stata restituita dai Carabinieri per la tutela del patrimonio culturale di Bologna alla Diocesi di Lucca, un’opera seicentesca di Giovanni Domenico Ferrucci dal titolo “Madonna con Bambino e i Santi Crispino e Crispiniano”: il dipinto era stato illecitamente trafugato dalla Chiesa di Sant’Anastasio a Lucca nel periodo successivo al 1977. Il dipinto a olio su tela, delle dimensioni di 202×145 cm e risalente ai primi Anni Sessanta del Seicento

L’accurata attività di indagine è partita dopo che i Carabinieri sono venuti a conoscenza della vendita, presso una casa d’asta milanese, di una notevole pala d’altare seicentesca di probabile provenienza toscana -spiegano le autorità competenti. Meticolose verifiche hanno permesso di appurare che il dipinto, benché fosse stato posto in vendita come opera di un artista ignoto del Seicento, non era altro che il prezioso quadro realizzato nel 1662 circa da Giovanni Domenico Ferrucci per la Confraternita dei Santi Crispino e Crispiniano e rimasto conservato fino al 1977 nella Chiesa dei SS. Vincenzo e Anastasio a Lucca”.

Strappare lungo i bordi: Zerocalcare per Netflix

Strappare lungo i bordi, così si chiama la serie italiana di animazione originale Netflix scritta e diretta da Zerocalcare, pseudonimo del celebre fumettista italiano Michele Rech, di cui è iniziata la lavorazione. Si tratta della prima serie d’animazione di Zerocalcare e sarà ambientata nell’ormai noto universo narrativo dell’autore, dove non mancheranno personaggi cult come Secco, Sarah, l’Amico Cinghiale e l’iconico Armadillo, la cui voce sarà di Valerio Mastandrea.

«Era tanto tempo che giravo attorno all’animazione, anche divertendomi molto a sperimentare, facendo tutto da solo – spiega Zerocalcare. Al tempo stesso mi sarebbe piaciuto alzare l’asticella, sfruttare di più il mezzo video in termini di regia, di movimento, mantenendo però il mio linguaggio e i miei temi e continuando ad avere il controllo totale sulla storia. In questo senso Netflix mi ha messo in condizione di lavorare in un modo che tiene insieme tutti i piani: libertà assoluta nei contenuti e nei linguaggi, possibilità di collaborare con persone più capaci di me, per raccontare una storia su una piattaforma accessibile ormai praticamente a tutti. Speriamo che tempo che esce la serie il mondo esista ancora più o meno come lo conosciamo».

 

Tunué annuncia le uscite di gennaio e febbraio 2021

News dalla casa editrice Tunué che ha annunciato i fumetti che pubblicherà in fumetteria e libreria a gennaio e febbraio 2021.

1_Edo e le paure di Terratetra di Marco Greganti e Alessandro Giampaoletti in uscita il 14 gennaio.
La storia ha inizio con Edo, un bambino non particolarmente coraggioso, e Caterina, la sua piccola e vivace sorella, che si trovano con la mamma in un centro commerciale e una partita a nascondino nel parco per bambini del centro finita con la scomparsa della sorellina Caterina. Dove potrà essere finita? Edo carico di coraggio mai avuto si mette alla sua eicerca e si ritrova in una strana stanza, davanti a un gigantesco dinosauro. È Terratetra, un mondo fantastico e inquietante dove le paure prendono forma ma possono diventare preziose alleate. da scoprire.

2_Cuore di tenebra di Peter Kuper in uscita il 4 febbraio.
Protagonista della storia è Marlowe che racconta di aver avuto l’incarico di sostituire un capitano fluviale ucciso dagli indigeni nell’Africa centrale. La storia lo vede imbarcarsi su una nave francese e, giunto alla stazione della compagnia, ha modo di vedere come gli indigeni muoiano di stenti e di sfruttamento. Viaggi estenuanti sul lunghissimo fiume, l’incontro con Kurtz, un leggendario agente capace di procurare più avorio di ogni altro, follie e realtà. Kurtz è ormai un uomo solo e folle, quasi morente. Viene convinto a partire, ma muore sul battello che lo trasporta, dopo aver pronunciato un discorso che non può nascondere la «tenebra del suo cuore».

3_La luna e i falò di Cesare Pavese, Marino Magliani e Marco D’Aponte in uscita il 4 febbraio.
Dal capolavoro della letteratura italiana del ‘900 di Cesare Pavese, il racconto dell’Italia contadina e della società tra le due guerre mondiali e la Resistenza, un romanzo sul ritorno, la memoria e la ricerca di sé stessi. La luna e i falò, il testamento letterario di Cesare Pavese.

 

Una nuova piattaforma digitale dedicata a Manzoni

Che si ami o si odi, Manzoni e la sua opera è una parte fondamentale nella nostra cultura e dell’eredità culturale italiana.

La produzione letteraria dell’autore italiano, che culmina con i Promessi Sposi viene adesso raccolta in un unico portale, nato grazie alla collaborazione di studiosi provenienti da vari istituti: dalle Università di Parma, Milano, Pavia, Losanna, Bologna e Roma, con l’apporto della Biblioteca Nazionale Braidense (BNB) e del Centro Nazionale di Studi Manzoniani (CNSM) di Milano. Il nome della piattaforma è Manzoni Online.

Che cos’è Manzoni Online?
Si tratta di un grande progetto work in progress – il sito è infatti in continuo aggiornamento, man mano che vengono catalogati e digitalizzati nuovi materiali per essere messi a disposizione del pubblico – e l’obiettivo è recuperare l’intera bibliografia e l’intera critica storica dell’opera manzoniana. Manzoni Online è quindi uno strumento che si rivolge prevalentemente a un pubblico di ricercatori e di lettori interessati, e a chiunque voglia saperne di più sulla catalogazione delle opere, dei manoscritti, delle lettere e della biblioteca dello scrittore, tramite una presentazione sintetica e ragionata.

 

Fonte: Artribune

 

Teatro Lirico di Cagliari: Yves Abel dirige il “Concerto di Natale”

Proposta natalizia a cura del Teatro Lirico di Cagliari: il tradizionale Concerto di Natale, verrà trasmetto dal Teatro Lirico di Cagliari in diretta televisiva e sui canali web del Gruppo L’Unione Sarda, sempre grazie alla collaborazione fra la fondazione lirico-sinfonica sarda e il gruppo editoriale che riunisce il più antico quotidiano regionale, con l’emittenza televisiva e le piattaforme web.

Si tratta di un concerto sinfonico-corale che propone all’ascolto del pubblico una delle pagine di musica sacra ottocentesca di più raro ascolto, particolarmente interessante anche perché viene eseguita per la prima volta a Cagliari, e che è trasmesso in diretta dal Teatro Lirico di Cagliari, martedì 22 dicembre alle 21, sull’emittente televisiva Videolina (Canale 10 del Digitale Terrestre – su satellite al Canale 819 di Sky e TivùSat) e in live streaming su www.videolina.it, www.unionesarda.it.

Il programma musicale prevede l’esecuzione di: Messa di Gloria in Fa maggiore per soli, coro e orchestra di Pietro Mascagni.

Pietro Mascagni (Livorno, 1863 – Roma, 1945) inizia la composizione della Messa di Gloria a soli ventiquattro anni per terminarla l’anno dopo nel 1888. L’opera si colloca pienamente nel solco della musica sacra ottocentesca, ma con innovative caratteristiche di originalità e freschezza melodica inconsuete per l’epoca, unite ad uno stile musicale popolare e comunicativo che ne decretano l’immediato e pieno successo di pubblico e che si ritrovano intatte in Cavalleria rusticana, celeberrimo suo capolavoro musicale, successivo di soli due anni, con il quale partecipa e vince il concorso edito da Sonzogno.

La serata segna, anche se sempre “a porte chiuse”, il proseguo dell’attività musicale del Teatro Lirico di Cagliari: infatti in ottemperanza al Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri (4/12/2020), emanato al fine di contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID-19, tutti gli spettacoli aperti al pubblico, in programma fino al 15 gennaio 2021, sono sospesi. Ciò non impedisce, come in questo caso, che gli spettacoli si tengano ugualmente e il pubblico possa partecipare, comodamente da casa propria, attraverso la televisione o il web. In sala, quale unico e simbolico spettatore, come ormai apprezzata consuetudine, sarà presente il sovrintendente Nicola Colabianchi.

L’esecuzione del concerto che si attiene alle ormai note norme di sicurezza dettate dall’emergenza sanitaria da COVID-19, prevede il ritorno sul podio del Teatro Lirico di Cagliari di Yves Abel, bacchetta canadese già applaudita a Cagliari (Carmen, 2005 e numerosi concerti) che dirige Orchestra e Coro del Teatro Lirico. Solisti d’eccezione: il tenore sassarese Matteo Desole e il baritono Daniele Terenzi. Il maestro del coro è Giovanni Andreoli.

Lo spettacolo ha una durata complessiva di 60 minuti circa e prevede il commento dallo studio di Teresa Piredda e la regia televisiva di Angelo Palla.

La replica dello spettacolo è prevista, sempre sull’emittente Videolina, per domenica 27 dicembre alle 18. Inoltre la registrazione della diretta è disponibile on demand sul sito www.videolina.it.

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Lirico, via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari, telefono 0704082230 – 0704082249, biglietteria@teatroliricodicagliari.it, www.teatroliricodicagliari.it. Il Teatro Lirico di Cagliari si può seguire anche su Facebook, Twitter, YouTube, Instagram, Linkedin.

Fonte e maggiori info: Teatro Lirico di Cagliari

Dopo i videogame, Keanu Reeves approda nel mondo dei fumetti

Dopo il recente esordio nel mondo dei videogame nel nuovo capitolo di Cyberpunk 2077, il super famoso attore Keanu Reeves sbarca nel mondo dei fumetti con BRZRKR!

Di cosa si tratta?
BRZRKR è la prima serie di fumetti a cura proprio di Keanu Reeves, realizzata in collaborazione con Matt Kindt, Ron Garney, il colorista Bill Crabtree e Clem Robins.

Di cosa tratta? La storia è incentrata sulla lotta di un guerriero immortale attraverso diversi secoli.

L’uomo conosciuto solo come Berzerker è mezzo mortale e mezzo Dio, maledetto e costretto alla violenza anche a costo del sacrificio della sua sanità mentale. Ma dopo aver vagato per il mondo per secoli, Berzerker potrebbe aver finalmente trovato una casa lavorando per il governo degli Stati Uniti per combattere le battaglie troppo violente e troppo pericolose per chiunque altro. In cambio, a Berzerker verrà concessa l’unica cosa che desidera: la verità sulla sua infinita esistenza intrisa di sangue e su come porvi fine.

Come sarà strutturato?
RZRKR sarà pubblicato in 12 capitoli e raccolto in 3 volumi, ciascuno contenente quattro capitoli.

Quindi? STAY TUNED!

Nasce WONDERFUL! il premio a sostegno dell’arte italiana under 40

L’arte non si ferma e neanche il sostegno agli artisti, per questo il Museo Novecento di Firenze presenta WONDERFUL! Premio a sostegno dell’arte italiana indirizzato ad artisti e collettivi under 40, promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Firenze in collaborazione con MUS.E e realizzato grazie grazie all’impegno di Publiacqua.

In cosa consiste? è un contributo del valore di 5000 euro, che sarà destinato al sostegno dell’attività di giovani artisti e collettivi nati e/o residenti in Italia.
Per partecipare alla selezione basterà inviare la propria candidatura attraverso la open call pubblicata sul sito del museo entro il mese di dicembre.

La prima edizione di WONDERFUL! sarà accompagnata dalla pubblicazione di un catalogo e da una mostra dedicati al progetto. Verrà inoltre dato inizio ad un archivio sull’arte italiana che raccoglierà i dossier inviati dai partecipanti alla call, che si arricchirà negli anni restando a disposizione di curatori, storici dell’arte, critici e collezionisti come materiale di studio e approfondimento.

Fonte: http://www.museonovecento.it/

Un film tv sulla vita di Carla Fracci

Quando si pensa alla danza, specialmente in Italia, uno dei primi nomi è senza dubbio Carla Fracci, per tutti la personificazione della danza.

Un mito, un personaggio dedito alla danza, una diva non tradizionale che ha mantenuto la sua spontaneità e genuinità popolare anche nella vita quotidiana.

Dalla sua biografia e la sua carriera prende vita il film TV che Anele, la società di produzione guidata da Gloria Giorgianni, sta preparando per Rai Fiction. Ad annunciare la notizia lei stessa, Carla Fracci ospite in Rai nel programma di Marco Liorni, qualche giorno fa.

 

Fonte: Sara Zuccari, www.giornaledelladanza.com

Winter Jazz Portraits: tre concerti in streaming

La Fondazione Fraschini vuole offrire al suo pubblico un regalo prezioso per le feste natalizie: Winter Jazz Portraits è il titolo della rassegna di tre concerti in streaming (dal Teatro Fraschini) che tracciano tre percorsi musicali d’eccellenza. La voce di Tosca, le sonorità jazz del trio Andrea Rebaudengo, Gabriele Mirabassi & Gabriele Pieranunzi e le reinterpretazioni delle canzoni di Mina da parte di Danilo Rea, Massimo Moriconi e Alfredo Golino (con la partecipazione straordinaria di Massimiliano Pani).

Il Fraschini crea un legame “ideale” con la città per questo Natale in lockdown, con i suoi spettatori e con tutti coloro che, attraverso la piattaforma di streaming online del Teatro, vorranno seguire gli appuntamenti di Winter Jazz Portraits.

Non solo musica: all’interno di ogni tracciato musicale ci saranno anche alcuni racconti dei protagonisti, che sveleranno il perché delle scelte musicali, la loro vita in musica, qualche aneddoto e curiosità.

Winter Jazz Portraits è fruibile gratuitamente solo su teatrofraschinilive.it / Teatro Fraschini Live è anche su App Store! I concerti saranno disponibili online per le successive 48 ore dall’inizio dello streaming.

Tosca / 23 dic, h 20.30
“Appunti musicali dal mondo: confini e sconfini del suono della voce”
Artista raffinata ed eclettica, ricercatrice musicale e sperimentatrice, Tosca si racconta in un concerto che ripercorre le tappe più significative del suo cammino artistico tra sperimentazioni, ricerca e nuovi arrangiamenti in chiave jazz.

Rebaudengo, Mirabassi & Pieranunzi / 26 dic, h 20.30
“Gershwin e il suo tempo”
Il percorso di George Gershwin, il padre del musical americano, rappresenta in modo esemplare lo sviluppo della musica nordamericana dei primi decenni del Novecento, tra la classica e il fascino del jazz. I tre grandi musicisti compiranno un viaggio nel tempo di Gershwin.

Rea, Moriconi & Golino, con M. Pani / 30 dic, h 20.30
“Tre per una – Omaggio a Mina”
Il nuovo progetto di un formidabile trio che ha voluto celebrare un’artista con la A maiuscola in occasione dei suoi ottant’anni: Mina. Danilo Rea, Massimo Moriconi e Alfredo Golino hanno registrato con Mina quasi ogni genere musicale: dalla ballad jazz al rock, dalla musica fusion a quella acustica.

 

Fonte:https://www.teatrofraschinilive.it/